I tosaerba robotizzati

I tosaerba robotizzati

luglio 26, 2019 Off Di Snoiii

Fino ad ora abbiamo visto diversi modelli di tosaerba che per funzionare hanno bisogno dell’ausilio di un operatore, ma quello che non sapete ancora è che esistono dei veri e proprio robot in grado di tagliare l’erba del nostro giardino, come gli ormai diffusi robot aspirapolvere o lavapavimenti.

Avere un giardino sotto casa è il sogno di chiunque, ma come ben sappiamo questo comporta dei lavori di manutenzione costante, in particolar modo nei periodi più caldi, che non sempre riusciamo a rispettare, vuoi per mancanza di tempo o perché no, anche voglia. Cosa può esserci di meglio che uscire nel proprio giardino e trovarlo tagliato impeccabilmente alla giusta altezza, senza aver dovuto fare nulla?

Fortunatamente la tecnologia ci viene incontro e sul mercato possiamo oggi trovare sempre più modelli di tosaerba robotizzati in grado di soddisfare le nostre esigenze.

Si tratta di dispositivi alimentati ad energia elettrica con una batteria ricaricabile. Molti sono i pregi, oltre al fatto che noi non dovremo fare praticamente nulla; sono modelli decisamente precisi e silenziosi, in grado di lavorare anche su terreni più difficili e con grandi pendenze. Dotati di sistema GPS integrato, tracciano una mappa completa della superficie in cui dovranno operare.

Una volta ricaricato il dispositivo presso l’apposita stazione fornita nella scatola, basterà programmare il vostro robot tosaerba all’ora che preferite e questo andrà avanti e indietro per il giardino tagliando l’erba alla giusta altezza.

Trattandosi di un robot, e quindi di pura tecnologia, i risultati non potranno che essere ottimi e non dovrai più preoccuparti del tuo giardino; un minimo di ricerca ti farà capire in base alle tue esigenze, quale prodotto sarà migliore per il tuo prato.

Anche in questo caso quindi bisogna tenere conto di alcune caratteristiche principali per il tuo acquisto:

 

Dimensioni e morfologia del terreno

Una delle primissime considerazioni da fare è la grandezza dell’area di lavoro che il mio robot tosaerba dovrà coprire. In base alla dimensione del terreno mi dovrò quindi orientare verso un prodotto dalla differente autonomia.

Come si può immaginare, non tutti i giardini sono uguali fra loro dal punto di vista morfologico. Con una pendenza superiore ai 30 ° è consigliabile orientarsi verso modelli maggiormente resistenti e con quattro ruote motrici. Alcuni modelli presenta anche un sistema di sicurezza in grado di bloccare le lame in caso in dispositivo dovesse ribaltarsi, mentre altri hanno appositi sensori per riconoscere le irregolarità del terreno

 

Ricarica

Un fattore molto importante nell’acquisto di un tosaerba robotizzato è la ricarica.

Esistono due tipologie di robot: quelli automatici e quelli semiautomatici. I primi si dirigono in modo automatico verso la base di ricarica quando la batteria sta per esaurirsi, mentre i secondi devono essere spostati da qualcuno quando la batteria è terminata.

 

Smaltimento dell’erba tagliata

Tutto molto bello fino ad ora, ma una volta che il mio tosaerba ha tagliato l’erba, questa dove va a finire? Esistono modelli dotati di taglio mulching, ovvero la possibilità di tagliare l’erba sminuzzandola così finemente che può essere distribuita sul terreno. Questa funzione oltre ad essere molto comoda ha degli effetti benefici; l’erba tagliata infatti fungerà da concime rendendo l’erba più verde e resistente.

 

Programmazione

Molto interessante è la programmazione di questi apparecchi di cui la maggior parte sono dotati; è possibile decidere l’ora e il giorno della settimana in cui si vorrà far lavorare il robot, funzione che può tornare utile in caso si debba andare in vacanza o non si abbia la possibilità di far partire manualmente il tosaerba.

 

Leggi anche: Quali sono i materiali di una sega circolare?