Hard disk Nas

Hard disk Nas

aprile 30, 2019 Off Di Snoiii

Iniziamo con spiegare brevemente cosa sia un NAS e a cosa serve.

Network Attached Storage, NAS, significa letteralmente archiviazione collegata alla rete. Si tratta

di un dispositivo per l’archiviazione e condivisione di file attraverso una rete Wi-Fi o una rete

cablata, con dispositivi mobili quali tablet, smarthpone, smart tv, computer, all’interno di una sola

rete. Questo può avvenire perché al suo interno sono contenuti una o più unità di hard disk.

Un sistema che assomiglia quindi ad un cloud privato per cui tutti i dispositivi collegati possono

accedere ai dati memorizzati su di un hdd.

 

Qualsiasi dispositivo hdd potrebbe essere utilizzato all’interno di un NAS, ma i prodotti migliori

sono quelli che sono stati appositamente studiati per essere utilizzati in tale maniera.

I miglior dispositivi progettati per NAS sono appositamente studiati per resistere maggiormente

alle vibrazioni e restare accesi sempre, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, in quanto un NAS è pensato

proprio per un uso continuativo.

 

Vediamo i hard disk esterni presenti sul mercato:

 

Seagate X

Uno tra i migliori hdd per NAS, dotato delle migliori tecnologie tra cui quella all’elio, pensato

principalmente per un uso professionale ideale per restare acceso 24/7. I TB annui di workload,

ovvero la quantità di dati dell’utente trasferiti ad o da un hard disk, sono 500. MTBF fino a 2,5

milioni di ore disponibile in varie versioni di capacità: 1, 2, 4, 6, 8, 10, 12, 14 TB.

Garanzia di 5 anni.

 

 

Seagate IronWolf Pro

Dotato di tecnologia Health Manager con la quale è possibile tenere sotto controllo la salute dell’

hdd. 300 TB annui per 1,2 milioni di ore di MTBF; con il suo acquisto sono inclusi due anni del

servizio Rescue che da la possibilità di recuperare eventuali dati persi.

 

 

WD Red e WD Purple

Dalle caratteristiche pressoché identiche questi due prodotti sono ottimi hdd per NAS. 1 milione di

ore di MTBF e 180 TB di workload. I primi sono studiati per essere utilizzati in particolar modo nei

sistemi di sorveglianza, ma altrettanto bene funzionano nei NAS. Presentano un consumo minore

ma risultano essere anche più lenti di altri prodotti. Entrambi i prodotti sono studiati per un

utilizzo continuativo di 24/7.